Codice di condotta

All'interno di Sigilli Infranti è richiesta ad ogni utente l'adesione al principio del comune e reciproco rispetto, volto alla condivisione di un gioco che nasce con lo scopo di far divertire ogni giocatore.
Chiunque violi questo principio, verrà richiamato dalla moderazione e, se necessario, allontanato dal sito. In particolare, gli utenti sono chiamati a rispettare i seguenti punti:
Art. 1 - Sul rispetto della normativa italiana ed europea.
Qualunque utente sorpreso a violare la normativa italiana ed europea, con particolare riferimento ai reati informatici o ai reati commessi attraverso l'utilizzo di strumenti informatici, ivi comprese le fattispecie riconducibili alla diffamazione, alla calunnia, alla violenza di genere, al bullismo, alla pedopornografia, alle molestie e allo stalking, verrà allontanato dal sito e segnalato all'Autorità Giudiziaria.
Art. 2 - Sul linguaggio
All'interno delle chat di gioco è consentito (per i personaggi) adottare un linguaggio colorito e pronunciare scurrilità, purchè entro i termini della decenza. Non è invece consentito l'utilizzo di linguaggio scurrile, offensivo e discriminatorio da parte dei giocatori, nei forum e nell'interazione con altri utenti della community. Si raccomanda di utilizzare un linguaggio coerente con il contesto sociale: l'uso del Voi, pur non obbligatorio, sarebbe auspicabile nei contesti formali, ove vigono gerarchie e classi sociali distinte, nei confronti di sconosciuti. Utilizzare etichette verbali non consone potrebbe comportare effetti sul gioco a nei parametri di reputazione del personaggio.
Art. 3 - Sui riferimenti alla vita reale
La community è un luogo di svago ludico. Sono vietati i riferimenti alla vita reale, discussioni di propaganda religiosa o politica. In caso di dubbio sul contenuto da pubblicare, l'utente può chiedere un parere preventivo alla Moderazione prima della sua pubblicazione.
Art. 4 - Sulle giocate a sfondo sessuale
Sono consentite giocate con allusioni sessuali purché entro i limiti della decenza e solo se entrambi i giocatori sono consenzienti, nel reciproco rispetto e nelle chat appropriate. In nessun caso è tollerata la giocata in violazione alle norme nazionali, come le molestie, la violenza sessuale, la pedofilia e ogni altro tipo di giocata che ecceda il buon senso e il buon gusto. Sigilli Infranti non è una community di incontri ed esortiamo i giocatori ad evitare di lasciare i propri riferimenti personali ad altri utenti, se sconosciuti.
Art. 5 - Sugli atti di hacking e sullo spam
Ogni atto di hacking, violazione del sito, del database o dei dati di altri utenti è severamente vietato e verrà segnalato all'Autorità Giudiziaria, secondo quanto previsto dal Codice Penale. E' altresì vietata ogni forma di spam, sia attraverso i forum, che attraverso missive private che attraverso l'uso della e-mail di altri utenti.
Art. 6 - Sui doppi personaggi
Su Sigilli Infranti ogni utente può possedere al massimo 1 personaggio. La creazione di un secondo personaggio è consentita esclusivamente previa cancellazione del primo. Eventuali secondi personaggi sorpresi dalla moderazione saranno cancellati d'ufficio.
Art. 7 - Sui nickname
Il personaggio ha un nome e un cognome e con tali dati è conosciuto all'anagrafe di Stahl-Dor. Gli utenti dovranno identificare tale nome e tale cognome e non sono ammessi ulteriori soprannomi diversi dai dati anagrafici.
Art. 8 - Sui prestavolto e sulla scheda del personaggio.
L'immagine scelta come prestavolto deve essere visibile, riconoscibile e identificabile nei suoi tratti somatici, presentata come volto, a mezzo busto o a busto intero. Non sono ammesse immagini con volti mascherati o che non rappresentino il personaggio ma altre immagini. Sul sito è presento l'elenco dei prestavolti utilizzati, se connessi a personaggi famosi realmente esistenti: non è possibile scegliere un prestavolto già utilizzato da un altro personaggio, a meno che quesi due personaggi non siano gemelli da background. E' possibile scegliere sia immagini fotografiche che disegni, purchè in linea con l'ambientazione e l'epoca (fine 1800 - inizio 1900). Allo stesso modo, ogni parte della scheda personaggio deve avere contenuti in linea con l'ambientazione: sono vietati contenuti non coerenti con la land o contenuti off game. Allo stesso modo, il diario del personaggio è un contenuto on game e come tale va trattato.
Art. 9 - Sul rispetto alla riservatezza
E' vietato divulgare dati personali di altri giocatori come dati anagrafici, dati di contatto (e-mail o numero di telefono), nonchè missive e giocate private o di terzi giocatori, senza loro previo consenso.
Art. 10 - Sul metagame e sul rispetto dei processi di gioco
E' vietato forzare i meccanismi di gioco attraverso conoscenze che il personaggio non possiede, ma che l'utente consoce. E altresì vietato giocare in contrasto con i regolamenti di gioco, ambientazione, razze, effetti di stato e ogni altra condizione dovuta a eventi o situazioni del gioco stesso. I giocatori dovranno inoltre giocare il proprio personaggio in coerenza con il background approvato e con le caratteristiche e abilità possedute in un dato momento (ad esempio, un personaggio che ha un basso livello nell'abilità di conoscenza dei miti, non può essere giocato come il massimo esperto in materia). E' inoltre vietato guardare giocate altrui senza prendervi parte (c.d. backchat), senza previo consenso da parte dei giocatori in gioco in quella chat.
Art. 11 - Sulle chat di gioco pubbliche e private
Le chat, pubbliche o private, rappresentano ambienti di gioco. Il giocatore è tenuto ad interagire con tale ambiente così come tale ambiente si presenta ad esso, senza alterarlo rispetto alla sua natura. La moderazione può intervenire in qualsiasi ambiente, pubblico o privato, per verificare la correttezza e liceità di una giocata. I giocatori potranno sempre segnalare giocate scorrette o utilizzi impropri delle chat di gioco alla moderazione, attraverso l'apposita funzione.
Art. 12 - Sui rapporti On / Off
E' severamente vietato adottare condotte ostative tra giocatori per fatti avvenuti in gioco. Sigilli Infranti è un gioco che stimola il PvP e lo scontro anche acceso tra i diversi personaggi in gioco: in nessun caso un aspro confronto tra personaggi deve sfociare in reazioni che esulino dal gioco stesso: al contrario, le occasioni di scontro e confronto devono essere vissute come un momento arricchente del gioco stesso e, in quanto tali, come un occasione di divertimento reciproco. Se ci fossero dubbi sulla corretta interazione, l'unico organo chiamato a risolvere un'eventuale disputa tra giocatori è la moderazione. Invitiamo dunque i giocatori ad astenersi dall'iniziare diatribe personali e a rivolgersi sempre e comunque allo staff.
Art. 13 - Sul galateo del giocatore
Per quanto le chat pubbliche siano location di gioco aperte a chiunque, è buona norma - per chi vuole unirsi a una giocata in corso - domandare preventivamente la disponibilità dei giocatori presenti in chat ad allargare il gioco, specialmente nel corso di giocate con un certo grado di confidenzialità perchè, ad esempio, connesse ad una determinata fazione, quest o rapporto tra pg. Il rifiuto, in questo caso, non deve essere inteso come un rifiuto nei confronti del giocatore, bensì come una momentanea indisponibilità. Per la stessa ragione, è buona norma per i giocatori impegnati nel gioco utilizzare lo status per indicare la propria disponibilità al gioco stesso, o ad allargare una giocata in corso. Per meglio organizzare e pianificare le giocate secondo la disponibilità dei giocatori, si raccomanda di utilizzare gli strumenti esistenti come il calendario interno al gioco, la messaggistica privata o la community discord. E' fortemente raccomandabile evitare di giocare con gli stessi giocatori in modo esclusivo o compulsivo, così da dare a tutti la possibilità di interagire con gli altri personaggi del mondo di gioco, evitando di monopolizzare (ed essere monopolizzati) pochi di essi. Per quanto venga stimolato il gioco di fazione, l'associazionismo e altre forme di aggregazione, è considerata prassi deprecabile quella di formare gruppetti esclusivi che hanno lo scopo di tagliare fuori chi non fa parte del proprio gruppo: essendo una land virtuale e non un videogame, l'interazione con tutti i partecipanti (anche di fazioni opposte o nemici) rimane la miglior forma per arricchire e valorizzare l'esperienza di gioco. Eventuali abusi o situazioni di disagio potranno essere segnalate in ogni momento alla moderazione.
Art. 14 - Sulla moderazione
La moderazione è l'organo dello staff chiamato a vigilare sul presente codice di condotta. Tale ruolo è garanzia del buon funzionamento del gioco e della preservazione del divertimento ludico di tutti gli utenti. In ogni momento i giocatori possono rivolgersi ai moderatori per avere chiarimenti, informazioni, suggerimento, supporto o per segnalare violazioni del presente codice di condotta o dirimere questioni tra utenti. Le determinazioni assunte dalla moderazione sono inappellabili: in ogni caso, se l'utente ravvisa un'errata determinazione da parte della moderazione, può rivolgersi agli amministratori della community inviando una e-mail all'indirizzo info@sigillinfranti.it, spiegando l'accaduto e circostanziando i fatti.
Art. 15 - Sulle sanzioni
Eventuali comportamenti scorretti da parte dei personaggi possono essere sanzionati con la penalità in termini di richiamo correttivo (sanzioni minori), punti esperienza (sanzioni medie o recidive minori) o con l'allontanamento perpetuo dalla community (sanzioni gravi o recidive medie). In questa land non vengono attuate sanzioni di allontanamento a tempo: un utente che non riflette i valori di questa community, semplicemente non può farne parte.
Pegi 18
Dadi
Carte
Strategia


Facebook
Instagram
Discord
GDROnline
Manuale News FAQ Torna alla Home